Un nuovo concetto di benessere

pubblicato in: Articoli | 0

Nella frenesia di questo nostro stile di vita spesso dimentichiamo il fine primario dell’esistenza stessa: il nostro benessere psico-fisico. Nella vita di tutti i giorni non è facile trovare un momento per noi stessi, per metterci in connessione con la nostra più intima essenza.

 

La condizione più frequente è quella che ci vede protagonisti di momenti di frenesia e alienazione. Tale condizione ci porta a raggiungere stati di tensione i quali, molto spesso, possono essere causa di squilibri energetici responsabili dello stato di malessere.

 

Ma cosa si intende per energia?

L’umanità, fin dal principio, attraverso tempi e culture diverse, ha avuto l’intuizione che la materia e l’energia fossero intimamente connesse fra loro. Dalle antiche filosofie orientali, sino alla scienza quantistica, si è riusciti a dimostrare che non vi è confine tra ciò che è solido e ciò che è energia. Il confine altro non è che il limite posto dai nostri sensi.

Il corpo umano, così come qualunque altro corpo in natura, è testimone di questo connubio e, come tale, può presentare equilibrio fra le sue energie (ovvero essere in salute) o squilibrio (ovvero essere in uno stato di malessere).

Tecniche come il Reiki, lo Shiatsu, la Riflessologia e molte altre hanno come scopo quello di riportare l’energia insita in ognuno di noi (il Ki) in uno stato di equilibrio e in connessione con l’energia universale (il Rei).

Condividi su: